…..L’ ALIMENTAZIONE……

CONSULTA I LINK, DA NON PERDERE, ANCHE SOLO PER CURIOSITA’10 e 11 NOVEMBRE 2007 A FIRENZE POLO UNIVERSITARIO, FORUM NONVIOLENZA OKKIO AL LINK A DESTRA

 

Ho ricevuto in questi giorni, un opuscolo promosso da WWF e CITTADINANZATTIVA contenente tanti buoni consigli per piccoli  eco gesti quotidiani. Non avendo il tempo materiale per inserire l’ opuscolo integralmente, lo farò un pò per volta. Come potete capire dal titolo, oggi si parla di alimentazione.

– Diminuire il consumo di carne e provare le proteine vegetali come legumi e soia.

– Preferire i prodotti dell’ agricoltura biologica, anche se a volte più costosi.

– Preferire cibi di provenienza locale: si eviterà il trasporto di merci che, per la maggior parte dei casi, avviene su camion.

– Consumare cibi di stagione che non necessitano di trattamenti in serra e conservazione.

– Evitare i prodotti esotici: comportano grossi dispendi di energia per il trasporto, conservazione e distribuzione.

– Acquistare, quando possibile, le ricariche e riutilizzare i contenitori.

– Preferire l’ acquisto di prodotti sfusi, non imballati e confezionati (tipo supermercati) e scoraggiare, anche nell’ acquisto al dettaglio, l’ uso eccessivo di contenitori di plastica e di carta per avvolgere cibi.

– Quando possibile riutilizzare la carta (come quella del pane) per altri usi domestici. Molte delle carte con pellicola interna, sfilata la pellicola, sono ottime per assorbire olio di frittura.

– Preferire i prodotti artigianali (formaggi, salumi,dolci) a quelli industriali: questi ultimi, per arrivare al consumatore, comportano un dispendio energetico molto elevato e spesso non garantiscono un’ equivalente qualità.

– Evitare cibi preconfezionati e precotti: sono energeticamente dispendiosi e poco controllabili nella qualità.

– Sostituire se possibile l’ uso di prodotti confezionati, tipo snack per la colazione, con alimenti più semplici (pane e marmellata o miele), più sicuri ed economici.

– Evitare spezie e aromi confezionati (polvere d’ aglio, cipolla, ecc.): il solo costo dei contenitori, anche in termini energetici, supera di molto il valore del prodotto fresco.

– Preparare il più possibile salse e bibite in casa. I prodotti industriali hanno i conservanti e sono più dispendiosi da un punto di vista energetico.

Probabilmente per come siamo abituati a vivere, molti di questi prodotti vengono acquistati per risparmiare tempo o solo per comodità. Proviamo a fare un piccolo sforzo ogni tanto e qualche passo indietro nelle nostre frenetiche abitudini e contribuiremo in modo molto positivo a preservare la salute nostra e della Terra e le prossime generazioni ringrazieranno.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.